Studio

Pierpaolo Ricatti

LO STUDIO

L’attività dello Studio riflette una vasta gamma di interessi che si estendono dalla progettazione di abitazioni, scuole, industrie, al restauro, alle sistemazioni paesaggistiche e alla pianificazione.

Il metodo di lavoro, che si avvale della consulenza di una consolidata rete di specialisti (di strutture, impianti, paesaggio, light design) è in continua evoluzione, essendo basato sull’equilibrio tra capacità di ascolto e competenze, tra coerenza di scelte e innovazione.  L’idea è che il progetto sappia da un lato esprimere ogni volta la sintesi essenziale tra obiettivi e  luoghi, dall’altro rappresentare al meglio i contenuti condivisi tra gli attori.

Lo Studio partecipa con appassionata consapevolezza ai temi del patrimonio culturale/naturalistico e della

rigenerazione urbana, attraverso la ricerca continua di sinergia tra indagine figurativa, sostenibilità/ funzionalità e cura del processo per il raggiungimento degli obiettivi.

PROFILO

Pierpaolo Ricatti si è laureato in Architettura presso l’Istituto Universitario di Architettura di Venezia (IUAV) nel 1970.

Incaricato della progettazione di numerosi edifici scolastici, organizza la propria struttura in forma associata (SBR Progetti) dal 1976 al 1982 e ne realizza diversi nella provincia di Vicenza: alcuni sono stati pubblicati nelle principali riviste di architettura italiane e straniere come l’Architecture d’Aujourd’hui aprile 1977 e ottobre 1980, Guida all’Architettura Moderna, Italia Zanichelli 1988, Architetti Veneti 1° Vol. Biblioteca dell’Immagine 1993.

Parallelamente conduce esperienze specifiche di pianificazione, tra le quali il Piano di Sviluppo della Comunità Montana Leogra-Timonchio e il Progetto Guida per il Recupero delle Contrade. Quest’ultimo viene pubblicato su Spazio & Società n. 15-16 1981 e sulla rivista Architettura n. 446 dicembre 1992, a seguito della Segnalazione nel Premio Nazionale Inarch 1991-92.

Nel 1991-1992, in qualità di Presidente dell’Associazione Architetti Vicentini, promuove due cicli di Seminari sul Restauro con l’Associazione Artigiani della Provincia di Vicenza e L’ordine degli Architetti della Provincia di Vicenza, cui partecipano, tra gli altri, l’Arch. Massimo Carmassi, il Prof. Salvatore Di Pasquale, il Prof. Paolo Marconi, l’Arch. Mario Piana  l’Arch. Paolo Portoghesi.

Dal 1994 al 2004, in raggruppamento temporaneo con lo Studio dell’Arch. Umberto Riva, lavora su alcuni progetti e concorsi: primo premio nel concorso nazionale ad inviti per la sistemazione della Piazza della Farnesina a Roma, realizzato e pubblicato su Area n. 48 gennaio-febbraio 2000; concorso ad inviti per un’ipotesi di sviluppo del complesso fieristico Immobiliare Fiera di Vicenza; il concorso di progettazione per il restauro del complesso del Pio Loco delle Penitenti a Venezia; il cantiere navale Fincantieri a Castellammare di Stabia, realizzato e pubblicato su Lotus International n. 166 marzo 2003 e premiato nel maggio 2003 dalla Triennale di Milano con la Medaglia d’Oro all’Architettura Italiana; il progetto di ristrutturazione degli Annessi di Villa Caldogno (Vi) realizzato e pubblicato su Paesaggio Urbano n. 6 dicembre 2009; il progetto preliminare e definitivo per il riassetto di Piazza Matteotti a Vicenza.

Dal 2005 al 2010 lo Studio è impegnato nella progettazione di alcuni insediamenti industriali per il Gruppo Diesel SpA, tra cui la nuova sede Diesel KIds a Marostica (Vi), recensito in Architetti n. 11 novembre 2008 e in Quaderni del Territorio, Pedemontana Veneta il Poligrafo giugno 2009. Infine il nuovo Diesel Heaquarters a Breganze (Vi), selezionato per la sezione “Le Architetture del Made in Italy” nel Padiglione Italia della XIII Mostra Internazionale di Architettura Biennale di Venezia 2012.

Nel 2012 vince il secondo premio per la sistemazione di Piazza Partigiani a Sassuolo (Mo) e nel 2014 il secondo premio per il nuovo insediamento universitario Arcispedale S. Anna a Cona (Fe).

Nel 2016 viene ultimato a Cesarea (Israele) l’Headquarters Delta Galil Ltd di cui lo Studio ha curato l’interior design, progetto selezionato per essere inserito nel volume e nella Mostra “Best Italian Interior Design Selection 2018 by Platform”.

Nel 2017-2018 è incluso nella shortlist del concorso per la Nuova Scuola Secondaria di Primo Grado “B. Malfatti” a Mori (Tn).

Nel settembre 2020 vince il primo premio nel concorso internazionale di progettazione “Restarting community spaces – Urban regeneration of Segrate city center” (con Arch. Marcello Tavone – On Cities, Arch. Luca Catalano, Ing. Maurizio Milan – Milan Ingegneria).